Ritratti. Parte 2


La foto oggi dovrebbe essere facile da leggere e ricca del contenuto. Pero` il contenuto delle immagini moderne scarseggia abbastanza: la maggior parte di ciò che vediamo può essere diviso in stili popolari come "donna nel campo", "guardate il mio seno", "una persona in una situazione inadeguata seduta in modo molto scomodo con un`espressione assente "o" un posto bellissimo, metterò una persona qui, ne valga la pena ". Ahimè, ma lo spettatore di oggi non è uno scemo, e non sara sorpreso da tali " storie ". Se i fotografi avessero cospirato e creato tali contenuti apposta per costringere lo spettatore, a causa della mancanza di un prodotto visivo di migliore qualità, di inventare storie in fotografie da solo, questo, certamente, sarebbe bello. Ptremmo premere il grilletto della fotocamera senza alcun sforzo mentale.

Ma, nella nostra era di Internet e dei gadget mobili, tutti (anche involontariamente) possono vedere una storia interessante semplicemente facendo un clic con il mouse, e non sprecare il proprio tempo prezioso a guardare, memorizzare gli "stili" elencati nella prima parte. In vita mia, non ho mai incontrato dei fotografi che si sforzassero di creare scatti non memorabili. Pertanto, veniamo alla necessità di saturare le foto con contenuti interessanti (per il nostro target group).

La cosa più difficile nella creazione di un ritratto è rispondere alla domanda "perché". Perché lo spettatore dovrebbe considerare questa persona, perché lo spettatore ricorderà questa foto, ecc. Il fotografo sarà aiutato da generi che formano immediatamente il pubblico interessato a loro. Dei generi parleremo nel prossimo articolo.

Recent Posts
Search By Tags

© 2010-2020 Destination wedding photographer
 ArtPhotography by Olga Angelucci +393277523522 olga.angelucci.ph@gmail.com

Roma, Lazio, Italia

  • mywed
  • Instagram Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Vkontakte Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Flickr Social Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Google Places Icona sociale